Baia di Gallipoli

Il Camping Baia di Gallipoli, si trova sulla litoranea che collega Gallipoli con Mancaversa, e dista 200 metri dal mare e dalla Punta della Suina, una località balneare molto frequentata e ben attrezzata, collegata al camping da pulmini navetta che portano gli ospiti del camping alla spiaggia. Si trova inoltre nei pressi dal Parco naturale di Punta Pizzo, una zona selvaggia e incontaminata, composto da macchia mediterranea e da pini secolari, dove è possibile trovare specie di uccelli rari.
Il Villaggio Camping Baia di Gallipoli è composto da una superficie di 140.000 metri quadri e dispone di comode zone all’ombra, ricavate sotto gli ulivi secolari. Il camping è dotato di tutti i comfort necessari a garantirvi una vacanza comoda e rilassante a Gallipoli. Sono presenti inoltre gruppi di animazione che organizzano giochi e serate di cabaret all’insegna del divertimento.

18 commenti

  1. Adriana dice:

    Sono cliente della baia di gallipoli da anni ormai… la struttura è ben organizza anche se dovrebbe certamente migliorare alcuni servizi. ottima l’accoglienza edil rapporto qualità-prezzi. I bungalow li trovo un po’ piccoli per le mie esigenze, ma ben attrezzati e soprattutto freschi! consigliato.

  2. Simone dice:

    Stavo giusto cercando di organizzare il campeggio per queste vacanze estive. Un mio amico me lo ha consigliato, dice che è tutto nuovo e riorganizzato (che sia cambiata gestione? ) e che ha mangiato benissimo oltre al fatto che non aveva mai visto una spiaggia così bella. Sostiene che l’ambiente è molto curato e anche le persone sono abbastanza gentili.

    Vi farò sapere appena ritorno… ci vado le ultime 2 settimane di giugno, quindi potrò confermare se ciò che mi hanno detto è vero.

  3. Rossella dice:

    In 28 anni di campeggio mai mi era capitato di passare le vacanze in posto simile. Il campeggio è gestito in modo totalmente disorganizzato e assolutamente scortese. Trattano i campeggiatori come criminali. Utilizzano, infatti un sistema di pass personali e giornalieri degno della CIA, preoccupati non del fatto che qualche male intezionato possa introdursi nel campeggio, ma che qualcuno possa accedervi senza pagare. Se, infatti, per entrare e uscire dal campeggio il controlli sono rigidissimi (e mica tanto visto che ho conservato una nutrita collezione di pass giornalieri che avrei dovuto riconsegnare ogni volta all’entrata) all’interno del campeggio non vi è alcun tipo di controllo. Non è possibile accendere il barbecue all’interno della piazzola, secondo loro infatti gli arrosti devono esser fatti in un’area precisa, peccato che quest’ultima è unica e sola per un campeggio enorme e quindi, chi come me era lontano, ha dovuto rinunciare per non mangiare carne/pesce freddi. Piscina sporchissima e poco controllata. Piazzole non delimitate, non numerate e tende ammassate, nonostante ci fosse qua e la qualche piazzola libera. Personale in genere mooolto scortese. Pagamento anticipato dell’intero soggiorno (CARISSIMO) senza possibilità di scegliere la piazzola, ne di sostituire un membro dell’equipaggio con un altro. Pizzeria/ristorante/bar carissimi e poco forniti. Mare lontano (ma bellissimo a onor della cronaca), nonostante sul depliant il campeggio “Baia di Gallipoli” risulti essere sul mare e il servizio navetta messo a disposizione altro non è che una “flotta” di 3 pulmini utilizzati dagli asili (con sedili piccolissimi), caldi e sporchi (e anche pericolosi), la spiaggia è interamente occupata dal lido del campeggio che però non è compreso nel soggiorno. E’ un peccato se si pensa alla bellezza del posto, del mare e anche del campeggio che dovrebbe essere gestito in maniera mooolto diverso. L’unica nota positiva va alle persone che si occupano della pulizia dei bagni nel nostro settore (in altri settori ho sentito gente lamentarsi).
    A mai più rivederci BAIA DI GALLIPOLI.

  4. contact dice:

    Ciao Rossella, va ricordato però che questo è soltanto un tuo commento personale constatato dalla tua persona, e non stabilisce quindi un dato di fatto… (lo scrivo per smorzare il tono con cui accusi il camping). Non mi trovo d’accordo con un 2 punti: “Mare lontano” e “la spiaggia è interamente occupata dal lido del campeggio”;

    Il mare dista poche centinaia di metri, quindi non puoi pretendere che i pulmini abbiano montata l’aria condizionata 😉

    Cartina Punta della Suina qui si può vedere il villaggio e percorrendo la strada “bianca” si arriva alla Baia della Suina.
    Come si può vedere dalla cartina, ci sono diversi chilometri di spiaggia libera (senza ombrelloni)…

    Comunque Rossella grazie ancora per il tuo commento, se qualcuno vuole lasciare il suo parere, buono o cattivo che sia, questo sito è fatto apposta per darne la possibilità…

    Gallipolinelsalento.it

  5. DAVID dice:

    Sono del parere che Rossella avrà avuto dei “problemi personali ” durante la vacanza al campeggio Baia di Gallipoli, tali da scrivere le cose che ha scritto. Non ritrovo nulla delle sue parole. Anch’ io ho trascorso, probabilmente nello stesso periodo, una vacanza nella stessa struttura ma il mio punto di vista è completamente diverso. Ho trovato pulizia ed ordine.
    Non ho mai ritenuto eccessivi i controlli all’ingresso e all’uscita del campeggio in quanto fatti, ovviamente, per garantire una certa sicurezza a noi ospiti all’interno del campeggio.
    La breve passeggiata in navetta per raggigungere il mare è stata ogni giorno divertente e ci ha permesso di fare due chiacchere con gli altri ospiti del campeggio.
    Un consiglio: non perdetevi il tramonto a Punta della Suina, la spiaggia del campeggio. Esperienza indimenticabile!!!!!!! E dopo tanta meraviglia tornate a piedi in campeggio. Vi riempirete gli occhi di colori ed il naso di profumi inebrianti!

  6. Serfopling dice:

    stavo facendo un pensiero per passare una vacanza dalle vostre parti, consigliato da una persona di stima. Ma resto molto perplesso da questi commenti, non per il posto che mi pare ci sia convergenza sulla bellezza, ma sulla professionalità delle persone che gestiscono queste strutture.

  7. germano dice:

    sono stato in vacanza al baia di gallipoli lo scorso luglio, le prime due settimane.
    inizialmente l’approccio e’ stato negativo, il bungalow ci sembrava veramente scarno e fin troppo essenziale; la doccia, come illustrato da ale2000, mi sembrava scomodissima; il personle fin troppo rigido; l’accesso al mare lontano ed obbligato via navetta ovvero pullmino scuola.
    ma devo dire invece che poi ho trovato tutto di mio gradimento: il bungalow fresco, lo spazio ante bungalow ombreggiato e ventilato, dato essenziale con due figli piccoli; il personale disponibile, rigido ma rigoroso; i bagni puliti; l’animazione fantastica; il ristorante buonissimo e il bar all’altezza. sara’ che a luglio c’e’ meno ressa che ad agosto…
    per la doccia, abbiamo spesso fatto ricorso a quella della zona camping che era piu’ comoda, in fondo essendo vecchi “tendaroli” e’ andato bene cosi’ e i figli lo han preso come un divertimento. unica cosa: e’ vero che la baia antistante l’accesso con la navetta e’ occupata quasi interamente dallo stabilimento privato che fa prezzi alti ma e’ altrettanto vero che in poco tempo si raggiungono altre spiagge libere e capienti altrettanto belle.
    consiglio vivamente soggiorno a luglio… ma con lo spirito giusto e il sorriso sulle labbra!!!

  8. NUNU dice:

    VADO AL BAIA DI GALLIPOLI DA ANNI ORMAI, QUEST’ANNO HO AVUTO UNA BIMBA E QUINDI HO RINUNCIATO MA CREDETEMI MOLTO A MALINCUORE. E’ OVVIO SONO D’ACCORDO SU ALCUNE COSE E SU ALTRE NO, PER ESEMPIO CHE LA SPIAGGIA SIA QUASI INTERAMENTE PRIVATA E CN PREZZI ASSURDI, SECONDO ME GLI OSPITI DEL VILLAGGIO DOVREBBERO ESSERE PRIVILEGIATI INVECE NON SE NE FREGANO PROPRIO EPPURE LA PROPRIETA’ E’ LA STESSA. IO OGNI ANNO LITIGO CON I BAGNINI PERCHE NN VORREBBERO CHE SOSTASSI CON LASEDIOLINA SULLA RIVA ED OVVIAMNETE NN MI SPOSTO MAI. IL PARCHEGGIO AUTO E’ CARO E POI A VOLTE L’AUTO FARESTI PRIMA A PARCHEGGIARLA NEL VILLAGIO NEL SENSO CHE PUO CAPITARE CHE LA METTI LONTANISSIMO, LE NAVETTE SONO TIPO PULLMINO E UN PO SPORCHE MA RENDETEVI CONTO CHE SIAMO NOI A RENDERELE SPORCHE DI SABBIA E SALSEDINE E POI CHE VI FREGA DI AVERE UN MEZZO DI LUSSO O CN L’ARIA CONIZ, ANZI CI FAREBBE MALE, L’IMPORTANTE E ARRIVARE AL MARE. I CONTROLLI?? BHE SONO GIUSTI SECONDO ME, PERO CHE IL PERSONALE A VOLTE SIA SCORTESE QUESTO E’ VERO. I BAGNI SONO PER LA MAGGIOR PARTE DELLE VOLTE SEMPRE PULITI E CONSIDERATE CHE IO VADO SEMPRE LE DUE SETTIMANE CENTRALI DI AGOSTO. CMQ SE VOLTE FARE LA SPESA USCITE E MAGARI ALL’INTERNO DEL VILLAGGIO COMPRATE PER EMERGENZA, CMQ DAPPERTUTTO ALL’INTERNO DI UN VILLAGGIO I PREZZI SONO PIù CARI.
    IL MARE BELLISSIMO.
    CI VEDREMO L’ANNO PROSSIMO.

  9. Marco dice:

    Sono daccordo con Nunu, anche io ho trascorso con la mia famiglia due settimane nel Bungalow della Baia di Gallipoli. Eravamo in tre persone e la struttura si è rivelata comoda, sicura e tranquilla nonostante la ressa del ferragosto. Il campeggio è abbastanza organizzato e ho trovato tutto il personale gentile e disponibile naturalmente nei limiti del possibile. Possiamo, cara, a volte cercare la luna?

  10. girgia dice:

    Eravamo stati in questa struttura qualche anno fa e l’esperienza non era stata fantastica e siamo partiti decisi a non ritornarci . Amiamo il salento e la voglia di un mare che si trova solo da queste parti ci ha spinto a riporvare l’esperienza al baia di gallipoli. Abbiamo trovato un campeggio rimodernato, una struttura grande, piazzole comode, tanto verde, un’ottima organizzazione, una disponiblità e gentilezza da parte del personale eccezionale. Servizi nuovi e impeccabili a qualunque ora del giorno. Tutto il campeggio ordinato, pieno di verde, curato nei minimi particolari. L’animazione era cosituita da ragazzi salentini molto simpatici. il Ristorante eccellente; abbiamo cenato quasi sempre li gustando piatti tipici a buon prezzo . Abbiamo comprato dell’ottimo olio ricavato dagli alberi di ulivo del campeggio. Ci sono stati consigliati dei tuor nella zona veramente piacevoli. Il paesaggio è da 10 e lode. Il campeggio si trova in un’area di parco naturale e abbiamo fatto delle passeggiate fino alla torre del pizzo indimenticabili. La spiaggia meravigliosa come sempre. Insomma è stata una splendida vacanza con un ottimo rapporto qualità prezzo.Forse qualche maleducato e incivile in meno come ospite abrebbe reso la nostra vacanza ancora più piacevcole.

  11. caterina dice:

    Devo dire la verità, in ogni campeggio in cui ho soggiornato ho sempre trovato pecche più o meno rilevanti, però il mio soggiorno nel Camping Baia di Gallipoli non è stato per niente negativo.
    Forse 3 anni fa non era come oggi, sta di fatto che l’estate scorsa ero con il camper nella mia bella piazzola e ho trascorso 15 giorni con tutti i servizi e le comodità.
    Credo che rispetto a prima sia stato ristrutturato perché i servizi igienici erano nuovissimi e molto puliti. I prezzi sono come tanti, anzi per certi aspetti anche più convenienti ( sicuramente dipende anche dal periodo ). Il verde domina con i suoi ulivi e la sua pineta dove l’aria era veramente fantastica.
    L’unica cosa su cui mi trovo d’accordo è che le navette erano un pò piccoline, ma la durata del viaggio era brevissima. Arrivare su quella spiaggia meravigliosa poi compensava tutto il viaggio (che alla fine era sostenibilissimo).
    Se qualcuno me lo chiedesse senza dubbio lo consiglierei oltre al fatto che quest’estate ci ritornerò sicuramente.

  12. Luca dice:

    Dai vostri pareri sono molto incerto se prenotare o meno…

    1)la spiaggia è sabbiosa?
    2)quanto dista dal mare?
    3)si deve obbligatoriamente prenotare ombrellone e sdraio o si possono portare da casa? c’è spiaggia libera vicina?

    Grazie

  13. Richie dice:

    Appena rientrati dal famigerato “Baia di Gallipoli Camping Village Resort”. Una location degna di nota, immersa nel verde e precisamente a 800 m dal mare. Il villaggio purtroppo concentra la maggior parte delle sue attenzioni ed energie nei confronti degli ospiti delle mobilhome, tralasciando in parte gli equipaggi del camping vero e proprio.
    Alcuni punti negativi:
    1.In ogni campeggio vi sono orari del silenzio che DEVONO necessariamente essere rispettati (è come passare le vacanze in condominio!) e qui non vengono fatti rispettare.

    2.I bagni comuni (per quanto riguarda il periodo di bassa stagione) vengono puliti dalle governanti una sola volta al giorno, più precisamente verso le 8/9 del mattino, e sanitari e rubinetterie lasciano a desiderare.

    3.Il market (una bella e grande struttura) viene fornita di pochissima merce ed i prezzi sono davvero elevati, tanto da doversi spostare nella vicina Gallipoli con i propri mezzi per trovare qualche supermercato che abbia merce e prezzi accessibili (un litro e mezzo d’acqua ad un euro è davvero una rapina!). Tra l’altro la cordialità della ragazza che gestisce il market è pessima.

    4.Non date monetine ai vostri figli per giocare con i pochi videogames del bar…saranno soldi persi, o meglio rubati. Una struttura così ampia dovrebbe fornire ai propri clienti un’area più grande e meglio attrezzata.

    5.Sul sito vengono riportate info che non sono del tutto veritiere riguardo l’ubicazione dei giovani nelle piazzole. Siamo una coppia di 25 e 31 anni, senza figli e ci siamo ritrovati precisamente nel settore F, contornati da belle famigliole con bimbi simpatici e rumorosi e giustamente esigenti.

    6.La spiaggia sabbiosa è interamente occupata dal lido e di spiaggia libera, raggiungibile con il servizio gratuito di navetta (calda e scassata) non ce n’è.

    7.Fate attenzione se avete bimbi che non sanno nuotare: li dovrete accompagnare nella piscina per adulti perchè quella adibita ai più piccoli non viene messa a disposizione fino all’inizio del periodo di alta stagione e di conseguenza gli adulti non riescono ad usufruire della piscina grande perchè piena di bambini.

    8.Informatevi bene per quanto riguarda le bombole a gas per cucinare. Vi sono versioni contrastanti e rischiate di guidare per 1200 km con il vostro bel kit di cucina e scoprire all’arrivo che non potrete usarlo con una tradizionale bombola.

    9.Non è possibile effettuare pagamenti POS al market e al ristorante nè è possibile effettuare prelievi ATM perchè non c’è uno sportello adibito all’interno.

    Naturalmente anche qualche nota positiva: la maggior parte delle persone dello staff risulta essere decisamente preparata per quanto riguarda info turistiche e varie. Lo staff di animazione è simpatico anche se un pò spento nei periodi di basso afflusso turistico. Il ristorante offre buoni piatti tipici e buone pizze. La locazione va tutta a vantaggio della struttura poichè si raggiungono facilmente le principali città ed i luoghi d’interesse.

    Sicuramente non torneremo ad essere ospiti del villaggio inteso come camping. Non è da escludere in un futuro la possibilità di soggiornare presso le mobilhome dato che l’attenzione, come già anticipato, è rivolta proprio a queste.

    Grazie.

  14. Hans Lundberg dice:

    Hello
    How long in the year is your camping open?
    What are the prices?

    Please send me an email
    Hans Lundberg

  15. Alain Pezzana dice:

    Abbiamo soggiornato in tenda presso il campeggio dal 12/8/2011 al 22/08/2011 siamo una famiglia con 2 bambine di 5 e 11 anni.
    Spesa giornaliera 75 euro, veicolo in parcheggio (lontano), controllo Pass in USCITA e in entrata con lunghe attese, ombra insufficiente, controlli costanti continui e serrati sugli spazi occupati che non sono delimitati come in tutti i campeggi……..si sta una attacato all’altro come in una fiera d bestiame. Bagni e docce insufficienti per i settori….lunghe attese per ogni necessità.. Spiaggia lontana servita da una navetta guidata e gestita assieme a parcheggiatori che ogni giorno litigano in modo furibondo e aggressivo con i clienti non curanti della presenza di BAMBINI. Quando si arriva alla spiaggia sembra di trovarsi sulle rive del Gange………migliaia di persone ammassate sulla sabbia e in acqua. Gentilezza e cordialità non sanno cosa sia..Pizzeria triste e scadente, minimarket con controlli serrati simil dogana.
    Bimba di 13 anni molestata nella doccia
    con tanto di polizia e denunce….un postaccio mal frequentato.
    Il senso di libertà che ogni campeggiatore cerca viene meno!
    N.B. CHI VUOLE ENTRARE NON PUO’ VEDERE PRIMA IL POSTO TENDA O IL CAMPEGGIO……..SI E’ OBBLIGATI A PAGARE ANTICIPATAMENTE CASH MINIMO 6 GIORNI DI PERMANENZA .. IL SENSO E’ ……O COSì O FUORI DAI MARONI…
    Davvero sconsigliato….non guardate le favillanti recensioni postate nel mese di febbraio (da chissà chi)…..alla fine meglio andarsene in Sardegna…..alla fine si spende meno, mare impareggiabile e tante strutture pronte ad accogliere il turismo…nel Salento nemmeno le fogne sono strutturate x accogliere le persone..

  16. Giacomo dice:

    Per come è presentato sul sito e per le “fantomatiche” 4 stelle da questo campeggio mi aspettavo molto di più. Ho soggiornato con la mia ragazza dal 10 al 20 agosto, in altissima stagione, e forse anche questo ha pregiudicato molto la qualità dei servizi offerti. La cosa che più mi ha sconcertato e infastidito è stata la sistemazione che ci è stata imposta. Delle piazzole delimitate da alberi e delle altre info presenti sul sito non vi è traccia. Ognuno veniva sistemato a caso, senza nessun ordine e senza alcun rispetto delle norme basilari di sicurezza. In uno spazio che poteva ospitare una tenda ce ne erano tre, sembrava di trovarsi in un accampamento non in un campeggio. Sul sito la disponibilità per il periodo era esaurita da un pezzo, ma la direzione ha continuato ad accettare gente giorno per giorno, senza che avessero prenotato. Per quanto riguarda i servizi igienici, sono pochi e scarsamente curati, in rapporto al numero di persone presenti, (c’era la fila anche per andare in bagno la mattina!), il market e il bar erano invece troppo cari. Un altra nota negativa è stata la scortesia e la maleducazione dei guardiani, con i quali ho litigato più di una volta, che si sono rivelati arroganti, presuntuosi e poco propensi ad ascoltare le lamentele degli ospiti. La spiaggia libera non è per niente curata ed è sempre molto affollata, il campeggio poi è distante da gallipoli ed è quindi necessario muoversi con mezzi propri per andare in centro o nei vari lidi-discoteche.
    In conclusione: per quanto costa non vale davvero la pena soggiornare in questo campeggio, si trova molto di meglio a prezzi decisamente minori. Lo sconsiglio fortemente, come gia è stato detto nel commento precedente se proprio volete andarci, provate la mobilehome.
    Ciao a tutti.

  17. Giampiliv dice:

    Ho letto qualche commento negativo sul campeggio Baia di Gallipoli e non ho potuto fare a meno di prendere carta e penna e portare il mio punto di vista ed il mio giudizio.

    Sono arrivato al Baia di Gallipoli con la mia roulotte nel lontano 1994, quando lavoravo a Brindisi. Da allora finchè sono rimasto a Brindisi (cinque anni) ho frequentato il campeggio durante tutto l’anno ( weekend e ferie). Poi sono venuto via da Brindisi ma ho lasciato la roulotte in campeggio e tutti gli anni (sono ormai diciotto) con la mia famiglia passiamo dalle quattro alle sei settimane al Baia di Gallipoli da metà giugno a fine luglio. Abitiamo a Livorno dove c’è un bel mare e tanti comodi stabilimenti balneari sul lungomare. Noi però il mare lo facciamo solo a Gallipoli utilizzando la roulotte in campeggio e andando al mare alla vicina splendida spiaggia della Punta della Suina (c’è anche la navetta se non si vuole andare a piedi). A nostro parere, e ne abbiamo girati tanti in passato dal Nord, al Centro, al Sud e nelle isole maggiori, questo è uno dei migliori campeggi che abbiamo mai trovato. Trovare, tanto più al Sud, un campeggio immerso in un grande uliveto secolare ( più di dieci ettari ), così pieno di fiori e di verde, con grande abbondanza di acqua in qualsiasi periodo, servizi funzionali e numerosi (con docce calde gratuite), con una grande piscina sempre in ordine, il campo da tennis, il market ben fornito e il bar spazioso e accogliente, non è proprio facile. Certo che se uno va in campeggio solo durante la settimana di ferragosto troverà, ma credo sia inevitabile ovunque, un certo affollamento e un po’ di confusione e non potrà pretendere silenzio e tranquillità assoluta proprio in quelli che notoriamente sono i giorni più bui per qualsiasi soggiorno di vacanza.

    Coloro che hanno espresso pareri negativi non hanno saputo, o voluto, collegare la qualità della loro permanenza al fatto che questa si è svolta nel periodo più infelice dell’anno da questo punto di vista.

    Comunque, sempre per rispondere alle critiche di qualche insofferente, ben vengano i controlli degli addetti alla sicurezza ai quali non vorrei mai rinunciare, per la tranquillità mia e della mia famiglia.

    Ad ogni modo io non cambierei e non cambierò questo campeggio con nessun altro. E ci facciamo 1000 kilometri all’andata e 1000 al ritorno, dobbiamo lavorare due giorni per montare e smontare veranda e altri accessori ogni anno, ma finchè ce la faremo non rinunceremo a tornare al Baia di Gallipoli.

    Ed a tutti coloro che veramente amano la vacanza in “plein air”, ai campeggiatori veri, consiglio di provare questo campeggio e sono sicuro che saranno capaci di apprezzarlo e di goderne la bellezza e lo spirito che lo anima

  18. serena dice:

    -All’interno del camping gli ORARI DI SILENZIO son rispettati, ma nelle vicinanze ci sono varie discoteche che d’estate fanno musica all’aperto ad alto volume fino all’alba. Su 8 notti, ne ho passate almeno 2 senza dormire.
    -SERVIZI IGIENICI vengono puliti poco spesso, anche nella settimana di ferragosto.
    -Ho avuto bisogno di parlare con il DIRETTORE del campeggio ma questo non è stato possibile. Il resto del personale non risolve i problemi seri: non ne hanno l’autorità. Il direttore non si è reso reperibile. Il PERSONALE non è molto gentile, a parte quelli del bar che son molto disponibili. Di notte se stai male e non riesci a uscire dalla tenda, non c’è nessuno del camping a cui puoi telefonare per emergenza. Ci si aiuta tra campeggiatori, perchè se aspetti aiuto dal personale del camping, stai fresco!
    -La SPIAGGIA attrezzata costa attorno ai 30 euro al giorno. La spiaggia è profonda poche decine di metri, pertanto tra spiaggia attrezzata (lettini e ombrelloni) e mare non c’è nemmeno un centimetro di spiaggia demaniale ove poter stare gratuitamente. La spiaggia libera, vicino al campeggio, è disseminata di molti mozziconi di sigaretta e rifiuti vari. Per raggiungere le spiagge belle, gratuite e ben tenute è necessario spostarsi con mezzi propri, per alcuni chilometri.
    -Al check in viene messo a ogni persona un BRACCIALETTO in plastica (non traspira), che si deve tenere 24 ore su 24, ed esibire sempre quando si entra o esce dal camping con mezzi propri o con i bus navetta. Chi non vuole indossare il braccialetto deve portare sempre con sé il pass cartaceo personale e un documento di identità.
    -Trattamento di DISINFESTAZIONE contro le zanzare: il camping si è limitato a informare gli ospiti con un cartello affisso ai servizi igienici e al bar: “Il giorno x, all’ora y, verrà eseguita una disinfestazione”. Non è stato spiegato ai campeggiatori quali precauzioni adottare per non venir irrorati dal prodotto chimico disinfestante nelle loro persone, indumenti, stoviglie da campo, cibi. Una sera dopo le ore 23, al passaggio dell’addetto alla disinfestazione, una signora è stata “lavata” da testa a piedi, mentre raccoglieva i panni stesi accanto alla sua tenda.
    -Il camping è grande e si vanta di essere super-organizzato, ma ho l’impressione che debba fare ancora molta strada per imparare a lavorare come le gestioni di grandi campeggi veramente professionali. -c’è un elenco pauroso di regole e DOVERI dei campeggiatori: e i loro diritti?

Lascia un commento