Corte Gallo

La parte antica di Gallipoli, ovvero quella che si trova posizionata su un’isola di origine calcarea, racchiude in sè alcune delle bellezze più suggestive della città.

In questa zona della città sono presenti diverse aree urbane, definite corti, ovvero degli spazi simili a delle piazzette, posizionate al termine di alcune delle stradine del centro storico.

Dei vicoli ciechi, alcuni dei quali molto antichi, come appunto Corte Gallo, una delle più affascinanti.

Al suo interno potrete ammirare un’originale scenografia, creata da balconi e finestre drappeggiati di reti, scale che portano al piano superiore, attrezzi e nasse.

Tra questi oggetti spicca anche un singolare carretto, attraverso il quale, secoli fa, l’acquaiolo della città trasportava le botti colme d’acqua, per permettere alla popolazione di dissetarsi.

In Corte Gallo è visibile inoltre, anche un altare con mensola e colonne tortili barocche. Probabilmente un’antica porta trasformata poi, in un secondo momento, in un altare.

Un luogo davvero molto suggestivo, nel quale vi sembrerà di essere stati catapultati indietro nel tempo, in un’altra epoca.

Elementi e particolarità che provengono dal passato e che si intrecciano indistricabilmente con elementi nuovi e moderni.

Delle caratteristiche che diventano oggi quasi dei monumenti storici, testimonianza della storia e della tradizione di Gallipoli.

Purtroppo oggi, Corte Gallo ha perso questa sua particolarità estetica, tutti i suppellettili che la rendevano così particolare sono stati rimossi.