L’Isola di Sant’ Andrea di Gallipoli

L’ isola di Sant’ Andrea di Gallipoli dista circa un miglio dal centro storico ed ha una estensione di circa cinque ettari. In passato gruppi di greggi, venivano traghettati sull’ isola per pascolare, perché in passato si diceva che la corta erba che cresceva spontanea sull’ isola, migliorava la qualità ed il sapore delle carni del bestiame. Nel 1866 sull’ isola venne costruito un faro a luce mobile di seconda classe ed in seguito un’ altro a luce bianca fissa nella parte orientale dell’ isola.

L’ isola di Sant’ Andrea di Gallipoli è un sito di notevole importanza faunistica, per la nidificazione di una specie di gabbiani. La costa dell’ isola offre uno spettacolo marino davvero unico.

Nei pressi di Gallipoli, sono presenti un’altra isoletta e uno scoglio:

 Isola del Campo

L’ Isola del Campo si trova sul lato a scirocco di Gallipoli vecchia ed anticamente, l’ isola era collegata alla città attraverso un piccolo istmo, infatti sull’isola sono stati ritrovati degli scheletri e si presuppone che l’isola anticamente fosse un cimitero.

 Lo Scoglio del Lazzaretto

Lo Scoglio del Lazzaretto, si trova dei pressi della capitaneria di porto di Gallipoli, anticamente, su questo scoglio sorgeva una costruzione, utilizzato per mettere in quarantena gli equipaggi a cui veniva rilasciata la patente sanitaria. Ora su questo scoglio sorge un bellissimo ristorante, Il Marechiaro.

3 commenti su “L’Isola di Sant’ Andrea di Gallipoli”

  1. io con la mia famiglia a giorni partiamo per una vacanza in puglia, essendo io nativo di squinzano, tempo fa
    avevo sentito in televisione di alcune gite in barca con partenza da gallipoli, si pranzava in barca ovviamente
    a base di pesce, per rientrare la sera.
    se e’ vero mi piacerebbe parteciparvi ma non ho trovato nessuna indicazione, mi sapreste aiutare?
    grazie a presto.

    giuseppe

  2. puoi chiedere di trianni cosimo che nei mesi estivi effettua queste escursioni a bordo di un motopeschereccio :claudia 3.chiedi informazioni al porto del canneto..
    oppure al molo assonautica c’è un altra ditta che organizza questo tipo di gite

Lascia un commento