Santuario di Santa Maria del canneto a Gallipoli

Santuario di Santa Maria del Canneto

Il Santuario di Santa Maria del Canneto sorge presso l’antico porto di Gallipoli. Un tempo qui c’era un edificio religioso dedicato a San Giovanni. Si narra che qui dei pescatori trovarono, in un incendio, un’effigie della Madonna tra le canne e così eressero un santuario in suo onore: il 2 luglio si celebra la Festa.
Di dimensioni modeste, la chiesa barocca è a tre navate e si ispira alla Cattedrale di Sant’Agata.

Chiesa delle anime del Purgatorio di Gallipoli

Chiesa della SS Trinità e delle Anime del Purgatorio

La Chiesa della SS Trinità e delle Anime del Purgatorio è sede dell’omonima confraternita nata nel 1639. Venne creata sulla base di un disegno dell’architetto Carlo Coi e realizzata tra 1672 e 1680. Ha una facciata sobria ma all’interno la sua unica navata conserva molte opere: tele di Liborio Riccio e Giuseppe Franco, l’antico pavimento maiolicato e, sull’altare, la tela delle Anime.

Chiesa dei santi medici Cosma e Damiano

Chiesa dei Santi Medici Cosma e Damiano

La Chiesa dei Santi Medici Cosma e Damiano si trova nella città vecchia e sorge nel 1863 su una vecchia chiesetta dedicata a San Giovanni Battista. Piccola e neoclassica, ha un’unica navata. Il culto dei due fratelli guaritori ha grande rilevanza in Puglia e a Gallipoli e qui la loro festa dura dal 16 al 27 settembre.

Chiesa del Santissimo crocifisso di Gallipoli

Chiesa del Santissimo Crocifisso

La Chiesa del Santissimo Crocifisso è sede dell’omonima Confraternita e risale al 1750. Si trova sulla Riviera Nazario Sauro e ha una semplice facciata in intonaco e carparo. Ha un’unica navata decorata con tele, stucchi e statue. La statua del “Cristo morto” è splendida e viene portata in processione nella Settimana Santa. Lungo la navata ci sono scene del ritrovamento della Santa Croce dipinte da Letizia.

La Basilica Cattedrale di Sant’Agata

La Cattedrale di Sant’Agata è intitolata alla patrona di Gallipoli. Un tempo qui sorgeva una chiesa medievale e la Basilica barocca nacque nel 1629. Ha una facciata in carparo con una grande ricchezza decorativa. Con tre navate e 12 altari, è una vera e propria pinacoteca con tele di Catalano e Malinconico. Conserva la Reliquia di San Fausto e fino al 1380 era qui anche la mammella di Sant’Agata.

Chiesa di Santa Maria degli Angeli a Gallipoli

Chiesa di Santa Maria degli Angeli

La Chiesa di Santa Maria degli Angeli è caratterizzata da una facciata bianca e blu che si affaccia sull’Isola di Sant’Andrea. Sede dell’omonima Confraternita di pescatori, contadini, artisti e artigiani, venne fondata nel 1662. Ha una navata con volta a stelle e splendide tele del Catalano e di Diego Oronzo Bianchi. La statua della Madonna Addolorata viene portata in processione il Venerdì Santo e il 15 agosto.

Chiesa della Madonna Immacolata Concezione

La Chiesa dell’Immacolata Concezione è centro del culto mariano gallipolino. Inizialmente la sede della fratellanza era presso l’altare della Chiesa dei Francescani, e solo nel 1768 venne costruita la chiesa. Piccola e nascosta nel centro, ha una sola navata ma tanti tesori al suo interno, tra cui affreschi, stucchi e uno splendido organo. Il 7 dicembre la statua dell’Immacolata viene portata in processione.

Chiesa di San Francesco d’Assisi

La Chiesa di San Francesco d’Assisi ha origini medievali ma, dopo varie ristrutturazioni, appare come un prodotto dell’età barocca. Con la sua facciata di carparo dorato, si affaccia sul mare e pare brillare al sole. Al suo interno conserva tante opere d’arte, tra cui un presepe in pietra e il celebre “Malladrone”, famoso in tutto il mondo e celebrato persino da Gabriele d’Annunzio.

La chiesa di Santa Cristina a Gallipoli

Chiesetta di Santa Cristina

La Chiesetta di Santa Cristina, co-patrona di Gallipoli, si trova presso il porto. Per un certo periodo venne usata come deposito per i pescatori ma, nel 1867, tornò in auge per celebrare la Santa che aveva posto fine all’epidemia di peste.
Piccola e quadrata, conserva una statua in cartapesta della Santa. La sua festa si celebra ogni anno dal 23 al 25 luglio.

Chiesa di San Domenico al Rosario a Gallipoli

Chiesa di San Domenico al Rosario

Un’opera del maestro d’arte Valerio Margoleo di Martano è situata nel centro storico di Gallipoli realizzata in carparo che le dona un colore unico nel suo genere.

Esterno della chiesa convento di Santa Teresa

Chiesa di Santa Teresa

La Chiesa di Santa Teresa fa parte del Monastero delle Carmelitane Scalze. Il tutto fu voluto da Monsignor Perez e nacque tra il 1687 e il 1690. La Chiesa è dedicata a Santa Teresina che salvò con un miracolo il complesso, ma è anche intitolata alla Sacra Famiglia. La chiesa barocca ha un esterno semplice e un interno ricco, con una navata e quattro altari.

Confraternita San Giuseppe e della Buona Morte - Gallipoli

Confraternita di San Giuseppe e della Buona Morte

La Chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo è un’ex chiesa conventuale del 1600, devoluta poi alla Confraternita di San Giuseppe. Ha una facciata semplice con un portale decorato con motivi floreali. All’interno ospita una collezione unica di tele dell’artista gallipolino Gian Domenico Catalano. Fu molto prolifico ma della sua vita si sa ben poco.

Chiesa di Santa Maria della purità a Gallipoli

Chiesa di Santa Maria della Purità

La Chiesa di Santa Maria della Purità è una delle più antiche di Gallipoli. Fondata nel 1600 dalla confraternita degli scaricatori di porto, dà sul mare e ha una facciata bianca e sobria. L’interno è completamente ricoperto di stucchi e tele settecentesche di Letizia e Riccio. Sull’altare si staglia la Madonna della Purità di Giordano. La statua della Madonna della Misericordia viene fatta sfilare in processione ogni Sabato Santo.